Attività di Chirurgia del Ginocchio

Attività di Chirurgia del Ginocchio

Guarda il video: 
Orari e recapiti: 
Reparto - 049 8221 201
Caposala - 049 8221 650
Orario di visita per il pubblico
feriali: dalle 12.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00
festivi: dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00

L’attività di chirurgia del ginocchio prevede il trattamento di patologie meniscali e della cartilagine. Si effettuano interventi per la correzione dell’asse degli arti e dell’allineamento femoro-rotuleo. Particolare spazio chirurgico è dedicato alla ricostruzione dei legamenti crociati. 

Infine la terapia dell’artrosi viene effettuata con protesi di tipo totale o parziale fino alla revisione di protesi ormai obsolete.

Per il trattamento chirurgico della patologia artrosica ed artritica ci si avvale di metodiche innovative utilizzando artroprotesi di moderna concezione applicate servendosi di un approccio chirurgico il più possibile mininvasivo e, in alcuni selezionati casi, della chirurgia robotica. L’Unità operativa di Ortopedia della Casa di Cura Villa Igea, in collaborazione con i colleghi del Policlinico di Abano Terme, si avvale di un sistema robotizzato che consente l'impianto di artroprotesi monocompartimentali: il Mako Rio.

Il sistema è composto da un computer che guida un braccio meccanico nel posizionamento dell'impianto protesico. Si tratta di un macchinario nato e perfezionato negli Stati Uniti dove è operativo dal 2006. 

Come funziona il robot Mako? Clicca qui per saperne di più!

Particolare cura viene posta agli interventi di revisione protesica che implicano l’utilizzo di impianti complessi. Dopo la seduta di sala operatoria, il paziente viene seguito in reparto per una precoce riabilitazione e, alla dimissione, indirizzato a un idoneo centro rieducativo per il prosieguo del trattamento.

La tecnica artroscopica viene adottata per trattare, oltre alle consuete lesioni meniscali, le patologie cartilaginee mediante innesto di condrociti, inserimenti osteocartilaginei e membrane collageniche.

In regime di Day Surgery l’équipe ha sviluppato un’approfondita esperienza in materia di chirurgia ricostruttiva del legamento crociato anteriore, posteriore e dei collaterali utilizzando autotrapianti (tendini prelevati dallo stesso paziente) o allotrapianti (tendini prelevati da donatore): mediante quest’ultima tecnica è possibile risolvere instabilità articolari molto complesse o fallimenti di precedenti impianti. Anche la correzione dell’asse degli arti, utile a prevenire la progressione dell’artrosi, è effettuata con la minor invasività chirurgica possibile avvalendosi di placche di dimensioni molto contenute.